Serpico

Dopo anni trascorsi in compagnia dei gatti, mi sono recentemente convertita al criceto.
Purtroppo, le poche ore che riesco a trascorrere in casa (nonché le ahimè ridotte dimensioni della casa stessa) non mi consentono allo stato attuale di godere della compagnia dei felini.
E così ho optato per un animale prevalentemente notturno, che si sveglia più o meno quando io rientro in casa la sera, che non gradisce la compagnia dei suoi simili, che non riechiede spazi particolarmente ampi e che, essendo perfettamente consapevole di esser nato preda, non sia particolarmente desideroso di dedicarsi alle pubbliche relazioni con un umano, il che fa sì che non soffra se il giorno rimane solo (tanto più che di giorno dorme).
Mi rendo conto che dopo una vita passata con i gatti, dal punto di vista di un micio adottare un criceto può sembrare un pò come passare al nemico ma tant’è…
Serpico è il primo criceto della mia vita. Devo dire che mi sorprende, non pensavo che i criceti fossero così buffi.
Non è un campione di socialità, questo no, il massimo che mi concede è qualche grattino solo ed esclusivamente quando mangia, ma sono ottimista: sono bestioline timide e lui è con me neanche da un mese, sono sicura che presto andremo ben oltre…
Ai più, il criceto può senz’altro sembrare un animale domestico piuttosto insulso. Certamente non ci si può instaurare lo stesso legame che è possibile costruire con un cane o un gatto, ma è comunque molto divertente osservarlo. Ogni animale può insegnare qualcosa o fornire spunti di riflessione, o offrire una risata se li si osserva abbastanza.
Si, perchè nonostante sia un gran dormiglione, quando decide di rimanere sveglio mezz’ora o quaranta minuti di seguito, il sorcio ha un gran da fare.
Mamma mia quanto hanno da fare i criceti. E scava tra i trucioli, e fai un giro sulla ruota (attività che, a giudicare da quello che trovo nei paraggi, serve più che altro a smuovergli l’intestino), mangia, acchiappa la carta, mettila nelle apposite tasche nelle guance, portala nella casina, risputala, allargala tutta e rifatti la tana da capo ogni sera…e non finisce mica qui: scegliti un semino che ti sembra particolarmente gustoso, portalo a spasso per la gabbia, nascondilo, poi riprendilo, poi portalo su e giù un’altra volta, cerca un nascondiglio più consono, cambia di nuovo idea…sembra una di quelle donne che alle 22:30 ramazzano il pavimento per la quarta volta!
Tempo fa, nella sua ciotola capitò un’arachide, di quelle belle intere e grandi praticamente quanto lui.
Premetto che lui non tollera cibi voluminosi nella ciotola perchè se ci sono quelli, lui poi non ha lo spazio per mettersi comodamente seduto all’interno della ciotola stessa a bivaccare.
Un giorno riuscì a butare fuori dalla ciotolina un fico secco particolarmente grande. Dopo un pò ci si mise sedito sopra e iniziò a mangiare. Uno spettacolo, sembrava che mangiasse a tavola seduto su un pouffe.
Ebbene, per tre giorni se l’è trascinata da un capo all’altro della gabbia in attesa di decidere cosa farsene.
Io non so, poveraccio, la fatica che può aver fatto un cricet di 50 grammi per trascinarsi quella nocciolina per tutta la gabbia (che è pure una gran gabbiona).
Per fargli uno scherzo, alla fine, gli ho messo la nocciolina al secondo piano della gabbia…l’ha buttata di sotto ed è ricominciata la manfrina.
A volte osservo Serpico e mi dico “porca miseria, che gran da fare che hanno i criceti…meno male che sono nata umana!”.

 

This entry was posted in Animali, Buffe cose della vita, Piccoli Piaceri della Vita and tagged . Bookmark the permalink.

3 Responses to Serpico

  1. Gegia88 says:

    Si scoprono sempre cose nuove!Non sapevo che i criceti fossero così attivi..non mi sono mai fermata ad osservarli, in effetti!Gli unici roditori che ho potuto osservare per un po' sono stati dei porcellini d'India che, in Germania, sono molto comuni!Conosco molte persone che al posto del classico gatto o cane possiedono dei procellini d'India:-)
    Di criceti me ne intendo già di meno ma mi sembra di vederlo il tuo amico peloso mentre pranza seduto sul fico secco:-) Dev'essere buffissimo!
    Comunque è interessante e divertente osservare gli animali…io starei ore a guardare il modo in cui giocano o interagiscono i cani e i gatti!
    Grazie per essere passata dal mio blog:-)
    Comunque anche io l'avrei tenuta la coda di cavallo…non sentirti "bacata"!
    Baci,
    Giulia.

  2. RominaFan says:

    I porcellini d'India li hanno ricevuti i miei nipotini per Natale e devo dire che son simpaticissimi, fanno anche una sorta di fusa.
    Ma grazie a te per passare sempre di qui a lasciare un pensiero…

  3. Secondo me potresti tranquillamente dare della Meffa alla tua capa:-)Dev'essere una variante di merd*:-)La bambina sa che quella parola è brutta e allora cerca di camuffarla..mica scema!;-)
    Baci,
    Giulia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *