Zia, zia,zia…fortissimamente zia!

Caro Nipotonzolo Numero Tre,
sono tua zia, la tizia che ieri pomeriggio ti ha monopolizzato.
Dato che oramai hai la bellezza di quasi 48 ore di vita, è il caso che ti spieghi come funzionano le cose.
Io ho un ruolo ben preciso, sono una zia e il mio principale dovere è viziarti e coccolarti. Rivestendo questo ruolo da oltre 8 anni, posso dire di essere un’esperta nel campo. D’altra parte, con i tuoi fratelli c’è adorazione reciproca e se tanto mi dà tanto, sarà così anche tra noi…e con quella faccina accattivante che hai non stento a crederlo!
Nel caso ti possa interessare, laddove mi dovessi dimostrare inflessibile e insensibile alle tue richieste per più di 30 secondi, sappi che sono assolutamente corruttibile con: pernacchiette, linguaccine, smorfiette, versetti e, più in là, quando saprai darne, bacini. In casi estremi, potrei intenerirmi anche con un rigurgito sulla spalla o un pannolino atomico, ma non fare troppo affidamento su queste tattiche.
Come hai già avuto modo modo di sperimentare, quando ti tengo in braccio potrei anche decidere di dondolarti un pò. Visto che però tua mamma identifica questa pratica come “deleteria” e “viziatrice” (ha ragione ma non dovremo MAI ammetterlo ), non parleremo di “cullare” o “dondolare”, bensì di “spostare il peso da un piede all’altro a causa della stanchezza”.

Lascia che ti dica che sei nato con la camicia.
Non solo hai me per zia (che di per sè non è poco) ma hai una mamma e un papà fantastici che ti cresceranno in modo meraviglioso, esattamente come stanno facendo già con i tuoi fratelli. Sono due persone stupende, e vedrai che ti aiuteranno a diventare una persona persino migliore di loro, così come è il loro progetto.
Hai la fortuna di avere accanto a te Nipotonzolo Numero Uno e Nipotonzolo Numero Due, e col tempo capirai che benedizione è avere dei fratelli al proprio fianco nel corso della vita. Avendo tua madre per sorella, io lo so bene, quindi fidati.

Non è un mondo facile, ma spero di tutto cuore che quando sarai grande questa nostra terra e questo nostro Paese saranno un posto più sereno e sano. Voi bimbi di oggi avrete l’arduo compito di riuscire dove noi adulti abbiamo fallito, nelle piccole e nelle grandi cose.
La nostra speranza risiede nei minuscoli pugnetti che tenete stretti stretti sotto il mento.
Sarà un lavoro faticoso, ma hai accanto tutti noi e non sarai MAI solo.

Ci sono alcuni regali che vorrei farti. Sfortunatamente, non si tratta di cose che si possono comprare in un negozio, tuttavia, spero di riuscire a contribuire ad insegnartele.

Vorrei farti dono della speranza. Molto spesso capita di dover fare grandi cose armati della sola speranza. Quando la nostra fiducia è forte, è sufficiente a superare e creare qualsiasi cosa. Spero che tu possa sempre averne tanta nel tuo cuore.

Vorrei regalarti l’amore per il sorriso. Il sorriso e l’allegria aprono tutte le porte. Persino i cuori più duri spesso si trovano disarmati davanti ad un sorriso. Trova sempre un motivo per ridere e sorridere, vedrai che non saprai farne a meno e che diventerai una sorgente di gioia per tutti quanti, cosa che comunque già sei.

Vorrei regalarti il coraggio. Ne serve sempre così tanto! Il coraggio, molto spesso, altro non è che la capacità di saper distinguere quel che è giusto, e farlo anche se è molto difficile.

Ci sono così tante cose che vorrei dirti ma ho davanti molto tempo per farlo, e stai certo che lo farò.
Per ora mi limito a darti un bacino su quelle manine piccolissime e a dirti che ti voglio bene.
Con amore   

Zia Romina

This entry was posted in l'amore è..., Piccoli Piaceri della Vita, Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

9 Responses to Zia, zia,zia…fortissimamente zia!

  1. utente anonimo says:

    Benvenuto Nipotonzolo Numero Tre! Hai solo 48 ore e già qualcuno ti invidia per avere una zia speciale come la tua Romina! Un abbraccio.Daniela

  2. ziacris says:

    1° commento: non vorrei che appena capisceche sei sua zia, scappasse a gambe levate…attenta a fare certe asserzioni

  3. ziacris says:

    e adesso passami il kleenex che mi soffio il naso…che carino, maquanto sei dolce.
    auguri Nipotonzolo3

  4. RominaFan says:

    @Ziacris:
    ieri ha capito che sono sua zia e non è scappato. Il fatto che avendo due giorni non è ancora capace di camminare è del tutto irrilevante!! 
    Inizierà a scappare quando sarà un pò meno scricciolino e mi farò meno remore a mordicchiargli le guanciottone!

  5. utente anonimo says:

    eh,eh..che tenerezza questo post..benvenuto,nipotonzolo numero 3!!!!
    ari

  6. juliaset says:

    Congratulazioni! Detto da una tri-zia che leggendoti ha riprovato la gioia di un anno e mezzo fa…:-*

  7. utente anonimo says:

    Il "mille volte grazie" lo voglio rigirare a te per le belle parole….io e te probabilmente a causa….beh le cause le sai…non siamo molto brave a dire quello che pensiamo o proviamo l'una per l'altra tranne quando c'e' un problema da affrontare..allora li diventiamo addirittura logorroiche (sara' l'abitudine)!!…Il che e' una bella cosa perche c'e' la consapevolezza di due orecchie amiche pronte ad ascoltarti,ma…certe volte sarebbe bello poterci raccontare in positivo,perche' nn lo facciamo mai…paradossalmente credo sia la prima volta che mi dici che sono una brava mamma…anke se faccio fatica a crederlo perche' ho sempre mille dubbi ed incertezze sul mio operato e spesso mi sembra di stare sbagliando tutto o quasi…sentirmi dire che secondo te nn e' cosi' e' di grande conforto per me quindi grazie…..ed i tuoi nipotonzi alias i miei bimbi sono fortunati due volte perche' potranno avere vicino una zia che sapra' insegnargli a credere e lottare a ridere e ironizzare su loro stessi e sulla vita che,spero gli insegnera' ad essere curiosi di tutto raccontandogli mille aneddoti e curiosita' che li spingeranno a voler sapere ed imparare sempre piu'..coprendo con questo quei buchi che purtroppo io tra lavoro casa scuola compiti calcio catechismo e chi piu' ne ha piu' ne metta faccio fatica a colmare….
    e grazie per il blog che anche se nn te l'ho mai detto proprio in virtu' di quel blocco emotivo con cui ho imparato  a convivere, e' un bel modo per scoprirti con sfaccettature di te che nn conoscevo e che mi hanno insegnato ad apprezzarti per aspetti che mi erano sconosciuti…e quindi anke se il nostro modo per dirci che ci vogliamo bene passa attraverso un tacito sguardo al tuo blog con il quale ho sia pianto che riso  a crepapelle o valangate di sugo al tonno  …noi siamo la dimostrazione vivente di quanto anche dalle situazioni famigliare piu' insana possa nascere un grande affetto…

  8. RominaFan says:

    Oh, ecco, lo sapevo, tu fai la tenerona e io mi inibisco…!!
    Ma si, senti, basta, lo metto nero su bianco e lo dico qui davanti a tutti:

    1) Io non penso che tu sia una brava madre. Io SO che tu sei una brava mamma, e il modo in cui stanno venendo su i bambini lo dimostra. Il fatto che tu abbia dei dubbi sulla tua condatta significa che è come dico io. Una madre troppo sicura di sé, che non si pone mai domande e non si mette mai in discussione, non credo che possa essere una brava madre. E tu sai perchè di questo sono così sicura.

    2) Sei una gran sorella. Nonostante la distanza, nonostante gli impegni di una famiglia super-numerosa super-impegnata, nonostante e nonostane ti dico che a me, come sorella, non manca assolutamente niente. O meglio, mi manca la presenza fisica, quella tanto, ma è indipendente dalla volontà quindi non dipende da noi.

    3) Se sei una brava sorella e una brava madre è perchè, a monte, sei una bella persona…e già questo mi sembra un bel traguardo.

    4) Si, diciamo che i legami, a quanto pare, si creano a prescindere da tutto e che nonostante tante cose sono saldi e profondi…

  9. Pingback: L’amore è…il tuo bacio è come un rock! | Il Codice di Hodgkin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *