La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – Audrey Niffenegger

Henry e Clare sono marito e moglie, ma loro vita è tutt'altro che facile.
Henry, infatti, è affetto da una inquietante anomalia genetica che, in condizioni di forte stress, fa sì che venga sbalzato indietro nel tempo.
Viaggiando nel passato, ha modo di incontrare la sua futura sposa quando è ancora una bambina (lui ha 36 anni e lei 6) ma per un curioso scherzo di questi salti temporali, quando si incontreranno nel presente (lui avrà circa 26 anni, lei 20) lei conoscerà lui perfettamente già da molti e molti anni, ma lui ancora non avrà avuto modo di viaggiare nel lontano passato dell'infanzia di Clare, quindi non sa chi lei sia.
Il loro destino è comunque quello di stare insieme, nonostante tutto, nonostante le mille difficoltà. Viaggiare nel tempo è pericoloso, e Clare vive nell'angoscia ogni volta che lui si assenta. Le improvvise e ingiustificate sparizioni dal lavoro di Henry rischiano di fargli perdere il posto e lui e Clare non riescono ad avere quel figlio che lei vuole ad ogni costo.
La situazione è difficile e faticosa, ma i due si amano e, forti del fatto che il loro destino è stare insieme nonostante tutto, e con l'aiuto dei pochi fidati amici che conoscono la verità, faranno il possibile per avere una vita normale.
Henry, tuttavia, ha dei segreti che preferisce tenere per sè. Viaggiando nel passato, avrebbe modo di rivelare ai suoi amici il loro futuro, ma non può farlo. Allo stesso modo, potendo viaggiare (per quanto raramente) anche nel futuro ha una visione precisa di quello che è il suo destino, al quale dovrà prepararsi.
L'idea di base di questo romanzo è valida e originale. La lettura risulta scorrevole, anche se bisogna prestare un minimo di attenzione alle date, onde evitare di fare confusione.
L'evoluzione dei personaggi è molto interessante, anche se spesso risultano piuttosto tristi.
Il finale strappalacrime fa venir voglia di correre ad abbracciare la persona che amiamo per tenerla sempre accanto a noi.
Non è la classica "lettura estiva", ma lo consiglio comunque…

 

This entry was posted in Uncategorized and tagged , . Bookmark the permalink.

8 Responses to La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – Audrey Niffenegger

  1. utente anonimo says:

    Ciao, ho visto il film ………….. stupendissimo…………….

  2. widepeak says:

    si è un bellissimo romanzo, io l'ho letto anni fa e da allora lo regalo e lo consiglio spesso. come dici tu, se non ci si allarma di fronte alle difficoltà "temporali" del racconto, è davvero bello!

  3. RominaFan says:

    @#1: Il film non l'ho visto, so solo che i diritti del libro li ha comprati Brad Pitt perchè volle occuparsene lui. Poi dici che una vuole divantere scrittrice…

    @Wide: si, all'inzio si rimane forse un pò perplessi, ma veramente merita…e tirare su un libro scorrevole con quei salti temporali non è cosa da poco, mi è piaciuto molto!

  4. camden says:

    Nobn l'ho letto, prendo nota nella mia chilometrica…lista della spesa!!! 

  5. utente anonimo says:

    ciao Romin,
    l'ho letto anch'io ed è BELLISSIMOOOO! emozionante, intrigante, avvincente!
    l'ho divorato, poi l'ho riletto poi l'ho tenuto un bel po' sul comodino chiedendo mille proroghe alla biblioteca…
    mi piacerebbe vedere il film, se poi mi dici che c'è Brad Pitt…
    ciao cara
    Lory Bo

  6. RominaFan says:

    Lory Bo: da quanto ho capito Pitt ha solo comprato i diritti del libro, non credo che reciti nel film. Comunque, ora ho la curiosità di vederlo anche io, sperando che non deluda troppo, come molti film che derivano da bei libri….

  7. questo weekend ero in italia e l'ho comprato. ti farò sapere!

  8. RominaFan says:

    @Francescabianca: di dove sei tu? Mi raccomando, fammi piacere se ti piace!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *