L’amore è…nonostante tutto, non strangolarlo

Detto tra noi, inizio ad anelare ad una vita noiosa. Mica troppo. Quel che basta.

Maschio Alfa ha rischiato il linciaggio.

Premessa: qualche tempo fa andò via la luce in casa quando Maschio Alfa non c’era. In buona sostanza, si fuse il contatore generale, quindi non sapevo che fare. Chiamai Maschio Alfa, che quella sera era a cena con un amico, e lui rispose “E che ti posso fare io che sono qui? Chiedi ad un vicino se ti aiuta a capire se è una cosa che si può sistemare a breve e io dopo arrivo e vedo”.

Questo episodio ha fatto sì che stasera, alle 19:00, di rientro dall’ufficio, non chiamassi il Maschio (che generalmente rientra prima di me) quando mi sono accorta che non c’era acqua. Dato che in fondo alla via si è rotto un tubo ed è tutto allagato, ho pensato ad un collegamento e ho suonato ai vicini per sapere se loro avevano o meno lo stesso problema.

Si scatena una gara di solidarietà nei confronti della sottoscritta vicina rimasta senz’acqua. I tre vicini salgono a controllare i tubi e le mogli mi offrono secchi d’acqua da portare a casa per ogni evenienza (anche perchè non funzionava neanche lo scarico del bagno).

I miei vicini, intanto, si trovano davanti ad un mistero: il mio è l’unico appartamento senza acqua, eppure abbiamo un contatore comune. Non scorreva proprio acqua nel tubo. Si pensa che la colpa possa dipendere o dal tubo rotto in fondo alla via, o ai lavori idraulici che hanno fatto la scorsa settimana nel palazzo. Fatto sta che questi poveri tre disgraziati iniziano ad aprire e chiudere tubi, fare esperimenti, cercare di capire. Il tutto, mentre io mi lamentavo tra me e me che dentro questa casa, tra la tv che vive una vita propria e il robottino che ormai fa come gli pare, c’è un ammutinamento del sistema che non è più tollerabile.

Ad un tratto, mentre toglievo dalla tasca il cellulare per chiamare il pronto soccorso Acea, si affaccia Maschio Alfa, che ci aveva sentiti parlare in terrazza mentre saliva le scale, e chiede:

“Cosa succede?”

“Siamo senz’acqua e non riusciamo a capire perchè!”

Al che, Maschio Alfa, con il suo solito fare candido e sereno fa “Certo che siamo senza acqua. L’ho chiusa io stamattina perchè il rubinetto perdeva.”

Quattro teste si girano lentamente verso Maschio Alfa. Le mani prudono.

“Scusa, di grazia, perdonami. Perchè stamattina non mi hai detto che chiuso il rubinetto?”

“Ma si che te l’ho det…non te l’ho detto?”

“No.”

Per fortuna i miei vicini sono stati comprensivi anche se quando sono tornati a casa la loro cena era fredda!

L’amore è…trattenersi anche quando si dimentica di comunicare dettagli importanti… 🙂

 

This entry was posted in Buffe cose della vita, l'amore è.... Bookmark the permalink.

14 Responses to L’amore è…nonostante tutto, non strangolarlo

  1. Rita says:

    Cara Romina, non c’è nulla di più misterioso della mente umana maschile e del suo contenuto ( ). Vedrai che quando ci starai insieme da 31 anni (ne ho 45 e 21 sono di matrimonio…so che Ti piacciono i giochi matematici, e questo è semplicissimo!!!) inizierai un pochino, ma proprio un pochino, a capirci qualcosa….per il resto, non porti domande alle quali non c’è risposta…..
    Scusa, ma a casa Tua, c’è un golpe?? Rita

  2. 4 p says:

    Il 12 luglio ho fatto i miei bei 31 anni di matrimonio.
    Lo sprint invecchia, ma mentalmente solo per il genere masculo.
    Finchè si tratta di conti, di riunioni blabla, tanto di cappello, ma per il resto si perde in un bicchier d’acqua: “dov’è?????” “non lo vedo, non lo trovo!”, io impazzisco quando lo sento, mi innervosisce, se poi mette il becco in cucina e ne spara a cazzum una delle sue, non sapendo cucinare (lui) vado su di giri, e quando vuole sistemare il frigor e immancabilmente trova la carota di turno straramollita, blablabla, uff mi innervosisce.
    Oppure “cosa mi devo mettere????” e io rispondo “uno scafandro”, mi innervosisce, non sa abbinare un colore all’altro, lo so è colpa mia, poi ci facciamo su una risata, ma ragazze a volte è dura, dipende tutto dipende dal momento, se mi scatta l’embolo ………
    alè, ma è sempre un belvivere, lo risposerei??? Direi proprio di sì.
    4 p

  3. alecomeale says:

    Maschio Alfa mi fa sempre schiantare dal ridere!! 😀
    Certo, se avesse fatto Puffoforzuto una cosa del genere ci avrei riso poco… però, dai, con uno così non ci si annoia, no?

  4. RominaFan says:

    @ Rita: si, brava, mi sa che si tratta proprio di un golpe, infatti ora ho pure la febbre e l’influenza. Quasi quasi mi arrendo al mio inesorabile destino: pianto tutti e mi metto “sotto le pezze” con una bella aspirina. In realtà il medico non ha parlato di aspirina ma di ponch…mi sa che gli do retta, d’altra parte è la diligenza che fa di me una paziente modello!

    @ 4P: ma per carità, gli uomini è tanto se si trovano la bocca quando mangiano! Una volta ho chiesto a Maschio Alfa di bollire due uova e mi ha chiesto “dove sono le uova?” “…dove vuoi che siano? Le sto covando!”. Non parliamo poi degli abbinamenti di colori che sono dei fenomeni. Gli uomini riconoscono solo i colori primari. Se gli parli di “malva” o “senape” vanno nel panico. Per il mio non c’è differenza tra il blu e il viola, figurati…ma si, ma ci piacciono così, è che poi alla fine non ne sappiamo fare a meno. Io il mio non lo scortico solo perchè mi fa tanto ridere…e una persona che ti mette di buon umore è impagabile!

    @ AlecomeAle: detto tra noi, io contro la noia non avrei niente…anzi! Guarda, ti dico la verità, ieri sera mi sono seccata perchè comunque c’erano altre tre persone che non erano ancora andate a cena per aiutarmi…il tutto perchè lui non ha parlato. Vabbè, succede, d’altra parte la mattina lo so che le cose le pensa ma non le articola…succede!

  5. Laperfezionestanca says:

    Ma provare a lasciarlo schiattare nel suo brodo, no? Che poi sarebbe anche un bene per la coppia smettere di trattare tutti questi bei maschioni come bambinetti incapaci. Non sai fare 2 uova? Puoi anche morire di fame!
    Non sai abbinare i colori? Va pure al lavoro vestito come arlecchino.
    E vedrete che magicamente nell’arco di 10 giorni diventeranno bravissimi. In fondo i maschi sono come i cani, basta addestrarli bene e diventano il compagno perfetto, il miglior amico …… della donna!

  6. RominaFan says:

    @ Laperfezionestanca: ti dico la verità, io rido e lo prendo in giro, ma devo dire che Maschio Alfa mi dà una gran mano. Anche perchè io faccio un lavoro tre volte più pesante e frustrante del suo e torno a casa molto più tardi di lui (guadagnando molto meno perchè ho un utero , ragion per cui devo essere punita), quindi o mi aiuta, o mi aiuta. Non esiste al mondo che una volta che i panni vengono stirati (che poi, tra parentesi, lo stiratore è lui) io glieli metta nell’armadio. Perchè se lo faccio una volta, poi dovrò farlo per i prossimi sessant’anni. Quello che dici tu è più che sensato. Però, ecco, diciamo che con tutto che mi aiuta molto e che senza di lui crollerebbe il 50% dell’organizzazione domestica…beh, porello…è maschietto…

  7. (che donne cattive…)
    Io so anche che colore è “senape”, deve essere quello della salsa che si mette sui wurstel…malva sinceramente invece non lo so, ma visto che è una pianta sarà verdastro: comunque, che problemi, c’è sempre google!
    Per i vestiti poi ho sempre usato un principio di incontestabile efficacia: ciò che è in lavatrice non si può mettere, ciò che non è in lavatrice si può mettere.

  8. RominaFan says:

    MartesMartes: ahahahaha, il principio della lavatrice è sicuramente infallibile! Quanto all’aiuto di google in caso di dubbi su un colore…occhio che le impostazioni dello schermo siano tarate bene! A presto! 🙂

  9. annalisa says:

    Ciao Romina, mi chiamo Annalisa ho 42 anni e sono di Roma. Sono separata ho due bambini e il cancro al seno. Ti leggo sempre ma non ti ho mai scritto fino ad ora ma oggi voglio mandarti un saluto; sei troppo simpatica e carina. Un bacio

  10. RominaFan says:

    @ Annalisa: ciao Annalisa, grazie per aver commentato, così ho l’opportunità di conoscerti e ringraziarti. Accidenti, mi spiace che tu stia male ma coraggio, bisogna essere agguerrite e tu che hai due bimbi lo sai sicuramente bene. Ti abbraccio forte e spero di sentirti di nuovo presto!

  11. Deny says:

    Beh, l’Alfa non si dovrà sorprendere quando una sera, di ritorno stanco dal lavoro (?), ti troverà seduta sulla terrazza con un bicchiere di buon rosso a leggere l’ultimo numero di Vanity fair e alla domanda “Che si mangia” tu risponderai “va a prendere delle pizze tesoro, non va il gas…” :-))

    Deny

  12. RominaFan says:

    @ Deny: ahahahahahahahaha, hai ragionissima, devo assolutamente farlo!! Un abbraccio!

  13. Paola says:

    AHAHAHHAHAHAHAHHA fantastico… al pari del mio fidanzato che si dimentica di comunicare anche se ha già pagato una bolletta ed io rischio di ripagarla 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *