Il Codice di Hodgkin sul blog di KristinaGi

La fotografa e blogger KristinaGi ha deciso di dedicarmi uno spazio nella sezione “interviste” del suo blog.

La ringrazio per avermi dato l’opportunità di parlare.

This entry was posted in Attualità, Bestiario del Chemioterapico, Blog Terapia, Cancer Bloggers, Cancro, Pensieri e Parole, Uncategorized. Bookmark the permalink.

10 Responses to Il Codice di Hodgkin sul blog di KristinaGi

  1. Rita says:

    …..Ti ha dato l’opportunità di parlare e Tu come al solito, hai dato il meglio di Te stessa…non una parola fuori posto…Ti ammiro davvero tanto Romina e Ti ringrazio per una frase, che più delle altre, in questo momento, mi è di grande aiuto e conforto…:”Io parto dal presupposto che nella vita bisogna essere realisti: ci sono cose che, purtroppo, per un motivo o per un altro non c’è possibilità alcuna che vadano come vogliamo noi. Non illudersi è importante. Ma la speranza è ben altro……” arriva proprio al momento giusto. Grazie ancora tanto. Rita

  2. 4 p says:

    Chiara ed efficace la tua intervista.
    Certo che l’ometto con solida base accademica è più unico che raro, ma come si suol dire ogni testa è un piccolo mondo.
    Ho pensato di regalarti virtualmente per natale, un grande ombrello con tutti i colori dell’arcobalento.
    4 p

  3. Camden says:

    E come sempre te la sei cavata alla grande, brava!!! 🙂

  4. Kristina Gi says:

    Grazie a Te Romina… sei una persona spettacolare!!
    Un abbraccio ed un sorriso,

    Kri

  5. gloria says:

    Come sempre mitica! Sei davvero una fonte di coraggio per tante persone.
    Gloria

  6. timenn says:

    Deliziosa, non saprei definirti diversamente.
    Efficacemente deliziosa..
    Tu e i concetti che scaturiscono dalle tue parole.
    Ciao Claudia

  7. RominaFan says:

    @ Rita: grazie a te per le parole gentili…sai, io penso che il posto dei nostri piedi sia ben piantato a terra. Le illusioni fanno male e spesso non portano a nulla. Anche se può dispiacere o fare rabbia, nel gioco della Vita è naturale che qualcosa non vada come vogliamo noi. Però abbiamo comunque delle carte in mano…e con quelle si spera…Un bacio grande!

    @ 4P: ciao, grazie per l’idea dell’ombrello. Ecco, si, l’ombrello colorato è proprio l’emblea di quello che penso! Che piova pure, tanto io ho i colori! Uh, guarda, il tizio fu veramente il top, però devo dire che mi sono sentita chiedere delle cose incredibili…rimarresti a bocca aperta davanti ai dubbi che mi hanno esposto! Un abbraccio!

    @ Camden: grazie, è che le domande erano pertinenti!

    @ Kristina Gi: un abbraccio forte!

    @ Gloria: se riesco ad aiutare anche solo una persona, allora tutta la mia avventura ha un senso…un abbraccio!

    @ Claudia: deliziosa? Umh, forse presa a piccole dosi! Grazie mille, grazie di cuore…

  8. elena says:

    Ciao Romina!
    Ho letto la tua intervista, ed apprezzo tantissimo il fatto di saper sdrammatizzare, come dici tu nell’ultima domanda che ti viene posta. E’ utile ed importante circondarsi di energie positive.
    Un bacio Elena

  9. Mia says:

    Bella, bellissima.
    Le parole che ogni nuovo paziente oncologico dovrebbe leggere, o ascoltare, per avere un aiuto su come affrontare la tegola che gli è piovuta addosso.
    Ancora una volta, chapeau!

  10. RominaFan says:

    @ Elena: grazie! Positività prima di tutto, anche quando non sembra esserci motivo di sorridere. Un abbraccio!

    @ Mia: grazie, Mia. Sai meglio di me che quando sei nel vortice non trovi mai un medico che ti prenda da parte e ti dedichi quindici minuti per parlare, per comunicare con te. Il tempo è poco e i pazienti sono tanti. Non è più possibile affrontare la cosa con le informazioni che ti danno gli oncologi. Non è neanche colpa loro, per carità, alla fine hanno tanti di quei pazienti (purtroppo!) che non possono proprio parlare con loro più di tanto. E se non la piantano con i tagli alla sanità sarà sempre peggio. A questo punto è il malato che deve informarsi. Se lo eviterebbe volentieri, ma purtroppo c’è poco da scegliere…L’informazione è la prima cosa. Un baciotto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *