E’colpa di Teddy – Quando l’amico d’infanzia è lo streptococco

Detto tra noi, già negli anni ’80 le premesse non erano delle migliori. Se poi consideriamo che gli anni ’80 li ho vissuti solo per 7 anni allora capite bene che poi una ragione per tante cose c’è!

Riuscii, infatti, da bambina, a beccarmi contemporaneamente sia lo streptococco che la mononucleosi. Quest’ultima, però, venne diagnisticata solo moltissimi anni dopo, quando risultai positiva al test in fase di ricovero, perchè all’epoca i test per la mononucleosi sui bimbi non si facevano: era considerata una malattia da adolescenti. Qualcuno avrebbe dovuto spiegare ai medici che nessuno meglio dei bimbi fa schifezze inenarrabili con la saliva propria e altrui. Vabbè. Diciamo pure che il mio sistema immunitario è sempre stato cagherrimo. Poi ti stupisci se a 21 anni ti ritrovi un linfoma…

Dato che in quegli anni non andava di moda togliere le tonsille, per un lunghissimo periodo quando avevo solo 38° di temperatura stavo bene. L’asilo io lo vedevo col binocolo. La febbre arrivava spessissimo a 40° e non si riusciva ad abbassarla, quindi andavo avanti a docce ghiacciate e novalgina. 

Alla fine, nel 1989 mi tolsero finalmente le tonsille, e meno male perchè nel frattempo era iniziata la prima elementare e già avevo fatto un sacco di giorni di assenza. Finalmente, dopo appena 40 giorni di ricovero e una quarantina di punture di pennicellina (ricordo che una sera mi dovettero mettere le pezzuole fredde sul sedere perchè era crivellato) tolsero ‘ste cacchio di tonsille, non appena riuscirono a farmi passare la febbre in via definitiva e non solo per 4 o 5 giorni.

Già che c’erano tolsero pure le adenoidi: meno male anche qui perchè già io ho la zeppola e la r moscia, se parlavo pure col naso capite bene che capirmi era un terno al lotto.

Anyway, dato che spesso mi ritrovavo catatonica sul divano, guardavo la tv. E c’era la sigla di questa trasmissione che mi piaceva da morire. Crescendo, devo dire che la apprezzo ancora di più. Ha delle perle di saggezza! Una canzone sul crearsi un feticcio cui appioppare l’origine di tutti quei mali per i quali un colpevole non c’è!

E’COLPA DI TEDDY!

Se non dormi mai e sei pieno di guai
Se qualcuno ti chiede perché
Gli rispondi è per Teddy
Chi è Teddy?
Teddy!

Se due matti su tre stanno sempre con te
E vuoi dare la colpa a qualcuno
La colpa è di Teddy
Chi è Teddy?
Teddy!

Se una zanzara è grande come Peter Pan
Se resti più di un’ora ad aspettare il tram
E’ per Teddy
Chi è Teddy?
Teddy!

Se vai a letto presto ma non sai perché
Se apri la finestra e verde non ce n’è
Non te la devi prendere con me

Rosvita, Rosvita
Quanti Teddy ci tocca inventare per tutta la vita
Che lenza, che lenza
Se vuoi prendere il pesce più grosso
Ci vuole pazienza

Rosvita, Rosvita
Un’oliva dipinta di giallo non è una pepita

Se incontri un mohicano con la cresta blu
Se accendi il motorino e non si accende più
La colpa ce l’ha Teddy mica tu
(capito?)

Se ti senti out, non hai fatto lo scout
E un alano ti morde il polpaccio
La colpa è di Teddy
Chi è Teddy?
Teddy!

Se la febbre va su ogni giorno di più
Metti in testa la borsa del ghiaccio così ti raffreddi
Freddi
No Teddy!

Se trovi dieci zombie dentro la tv
E scopri che oramai non ti spaventi più
E’ per Teddy
Chi è Teddy?
Teddy

Se quella ragazzina piace proprio a te
Ma fa la merendina insieme ad altri tre
Non te la devi prendere con me

Rosvita Rosvita
Quanti Teddy ci tocca inventare per tutta la vita
Che panza, che panza
Qui ci vuole una porta più grande di tutta la stanza

Rosvita, Rosvita
Un’oliva dipinta di giallo non è una pepita

Se sbatti contro il muro perché guardi su
Se passi tutto il tempo chiuso in un fast food
Che cosa c’entra Teddy, c’entri tu!

Rosvita Rosvita
Quanti Teddy ci tocca inventare per tutta la vita
Che lenza, che lenza
Se vuoi prendere il pesce più grosso
Ci vuole pazienza

Rosvita, Rosvita
Un’oliva dipinta di giallo non è una pepita

This entry was posted in Buffe cose della vita, Ecchecavolo, Musica. Bookmark the permalink.

11 Responses to E’colpa di Teddy – Quando l’amico d’infanzia è lo streptococco

  1. Raffaella says:

    Mio Dio vuoi dire che chi ci governa, chi è preposto a certe cariche hanno copiato da teddy? whao………….finalmente si capiscono tante cose. un abbraccio e Buona Pasqua se non ci si sente prima.

  2. RominaFan says:

    Cara Raffaella, io non so chi sia l’autore, ma era un profeta! Buona Pasqua anche a te!

    • giuseppina vinciguerra says:

      Profeta, hai detto bene, credo che ambedue i figli di umberto e anche il suo fidato tesoriere la pensano così, mica è colpa loro è colpa di Teddy che gli ha messo le mazzette nel cappello!!!!!

  3. 4p says:

    Sono piena di Teddy e sai cosa ti dico che più imparo a conoscerlo e più mi rendo conto che ha un gran da fare, lavora tanto l’amico Teddy, penso che difficilmente rimarrà senza lavoro. Ha un gran da fare, salta di qua salta di là, ogni mente lo cerca e lui impeccabile col suo smoking della festa si presenta, a volte viene congedato in fretta, altre no.
    Sarebbe ora di lasciarlo andare, è stanco, ma noi umani siamo così abitudinari, prevedibili che facciamo una gran fatica a darle la giusta e attesa libertà.
    Chissà prima o poi impareremo.
    Abbraccio
    4p

    • RominaFan says:

      Come dice la canzone “quanti Teddy ci tocca inventare per tutta la vita!”. Un piccolo capro espiatorio per quando va tutto in vacca e non possiamo farci nulla…Teddy va assunto con cautela…!

  4. 4p says:

    Concordo pienamente.
    4p

  5. Eleonora says:

    ti seguo da un sacco di tempo.. e stasera mi hai riportato alla memoria questa canzoncina che sentivo in tv quando ero piccolissima! 😀 Grazie!

  6. Ilaria says:

    Mi hai fatta piegare dal ridere pensando al “sistema immunitario cagherrimo”, anche se non é una cosa su cui ridere..il tuo senso dell’oro mia è grandioso!
    Non conoscevo la canzone di Teddy, ho vissuto negli anni 80 solo per poco più di 2 anni, peró posso comunque pensare che se il prof di anatomia mi boccia all’esame è colpa di Teddy?

    • RominaFan says:

      Dipende. “Se sbatti contro il muro perché guardi su/Se passi tutto il tempo chiuso in un fast food/Che cosa c’entra Teddy, c’entri tu!”…a volte Teddy è innocente. Certo che se però il Prof. ti boccia perchè ha beccato la moglie con l’amante allora la colpa è di Teddy!
      Eh, io qui o la prendo a ridere o è la fine. Ormai in famiglia non si interessano più alle mie vicende. Quando salta fuori qualcosa mi dicono “cosa ti sei fatta venire, stavolta?”!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *