Quando la serpentina ha la lingua biforcuta – Ovvero: i rischi degli acquisti on-line

Con gli acquisti on-line, i problemi sono sempre gli stessi: le misure non coincidono con quelle date dal sito, il modello non è quello che era stato ordinato, il prodotto non funziona, mancano dei pezzi, ci sono pezzi in più o strane bestie imballate con il prodotto.

La californiana Jessica Hasson, per esempio, pensava di risparmiare tempo e denaro comprando la lavastoviglie su un sito internet. Peccato che questa scelta le costerà diversi anni di analisi.

Arriva lo scatolone, lei inizia a sballare la lavastoviglie, strappa il cartone, fa per strappare anche il cellophane e…uno dei tubi si muove. No, ma ti pare? I tubi non si muovono mica da soli, l’avrò spostato io involontariamente! Altro movimento. No, ma ti pare? I tubi non hanno mica la lingua biforc…occacchio!!

“Buonasera, centro assistenza clinti Sears, operatore n.7466575, come posso esserle utile?”

“Salve, si ecco, io spero veramente di cuore che lei possa essermi utile perchè ho un problema con la lavastoviglie che ho appena ricevuto.”

“Mi dica…”

“Ma, sa, è una cosa un pò strana…”

“Niente che non abbia sentito già centinaia di volte, signora, non si preoccupi…”

“Oh. Be’, ecco, ho un problema con il serpente nella lavastoviglie…”

“ahahaha, signora, non è ‘il serpente’, è ‘la serpentina’!”

-“Ma cosa vuole che ne sappia, io? Mica gli ho chiesto se è maschio o femmina!”

“Signora, non la seguo…”

“Ho detto che non lo so se è maschio o femmina, fatto sta che me la sono ritrovata nell’imballo e cerca di uscire!”

“Ma chi cerca di uscire? Chi è maschio o femmina?!”

“Le spiego meglio…”

Alla povera Jessica sono servite 4 ore passate al telefono con 15 persone diverse prima di convincere la Sears a mandare qualcuno a prenersi la lavastoviglie. Quella nuova, per la cronaca, le arriverà non prima della prossima settimana, il tempo di procurarsi un serpente che abbia il diametro giusto per il tubo di scarico…

 

 

This entry was posted in Animali, Attualità, Buffe cose della vita, Ecchecavolo. Bookmark the permalink.

14 Responses to Quando la serpentina ha la lingua biforcuta – Ovvero: i rischi degli acquisti on-line

  1. Camden says:

    Questa è la prova del fatto che certe volte le persone mica ti ascoltano quando spieghi un problema (è vero che questo era un po’ particolare…).
    Però il tecnico dava per scontato di parlare con una cretina che non sapeva spiegare un problema alla serpentina…e invece, sorpresa!!! Incredibile!

    Ps. vieni a dare un’occhiata da me… 🙂

    • RominaFan says:

      Ma tu pensa questa poveraccia, con il serpentello imballato e il tecnico che continuava a passarle persone diverse…tra parentesi, questo episodio mi ha fatto ricordare la volta che mamma trovò due serpenti in giardino, sotto il cespuglio delle violette…quella è un’altra cosa che dovrò raccontare perchè fu formidabile!

  2. Mapiova77 says:

    Ecco un altro bel motivo per non fare acquisti su internet!!!!

  3. rita says:

    …..obiettivamente non era di facile e pronto intuito, il problema della signora…e meno male che era nel tubo…pensa se lo tirava fuori bello lavato e brillantato!!! Ma le trovi tutte tu queste chicche?

  4. Natalina says:

    Porca miseria! 4 ore al telefono con il tecnico? Io manco riuscirei a fare il numero che cadrei a terra svenuta per la paura….. Topi e serpenti mi fanno venire l’orticaria solo a nominarli

  5. 4p says:

    Oh mamma mia bella io sarei scappata a gambe levate.
    Non ordinerò mai una lavastoviglie su internet, poco ma sicuro.
    4p

    • RominaFan says:

      Sì, ecco, diciamo che anche laddove uno non avesse problemi con i serpenti, l’effetto sorpresa sarebbe tale da arrivare sul lampadario con un salto!

  6. Silviña says:

    Questa la mettiamo sul NCA 😀

  7. Sabrina says:

    Oddio che schifo! Che schifo! Che schifo! Scusatemi amici degli animali, ma io i serpenti riesco a guardarli solo se adeguatamente trasformati in scarpe e cinture .

    • RominaFan says:

      Io li trovo molto affascinanti, devo dire. Ma se me ne trovassi uno in casa, penso che a imboccare la porta ci metterei più o meno mezzo secondo…!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *