E.R.: erpetologi in prima linea – Ovvero: e poi ditemi che la sanità non funziona…

Visto che, in famiglia, l’ultima persona che è stata ricoverata è stata dimessa la bellezza di due settimane fa, era ora che qualcuno di noi si desse da fare. Non sia mai detto che poi ci togliamo l’odore del disinfettante dal naso.

Per fortuna, su Nipotonzolo Numero Due si può sempre contare. Non pago di avere una mano ingessata (capita a chi gioca a pallone con i ragazzini più grandi), oggi è stato operato di appendicite. E vabbé, c’è di peggio, però cavolo…

La cosa buona è che abbiamo avuto una grande dimostrazione di efficienza e professionalità da parte del Sistema Sanitario Nazionale. Dovete sapere, infatti, che subito dopo l’intervento di mio nipote se n’è tenuto un’altro, una roba mica da ridere. RoBBa seria, una cosa che mica qualsiasi chirurgo poteva portare a termine con successo.

Si dà il caso, infatti, che Nipotonzolo Numero Due sia sceso in sala operatoria con un serpente-pupazzo (va matto per i serpenti!) di nome Snaky e che lo abbia affidato alle amorevoli cure del chirurgo dicendo “deve essere operato anche lui”.

Voi non ci crederete, ma il chirurgo ha veramente operato il pupazzo. Lo ha scucito, operato, ricucito e incerottato, così quando mio nipote si è svegliato, accanto a lui c’era il fido Snaky anche lui con i punti e senza appendice. Che poi, insomma, io spero che i serpenti l’appendice l’abbiano effettivamente nella parte bassa della coda, altrimenti non è assolutamente l’appendice quella che gli hanno tolto!

Ora, scherzi a parte, io vorrei tanto ringraziare il chirurgo che ha speso dieci minuti del suo tempo a operare il serpente di plastica di un bambino ancora sotto anestesia solo per farlo contento e fargli trovare il suo amico bello e operato al suo risveglio. Sono certa che Nipotonzolo Numero Due, tra cinquant’anni, ancora si ricorderà di quel dottore così gentile…

This entry was posted in Buffe cose della vita, l'amore è..., Pensieri e Parole, Piccoli Piaceri della Vita, Uncategorized. Bookmark the permalink.

26 Responses to E.R.: erpetologi in prima linea – Ovvero: e poi ditemi che la sanità non funziona…

  1. rita says:

    Al medico e’ costato poco del suo tempo, ma ha fatto un gesto che tuo nipote si ricordera’ per sempre ….
    ora che lo ha operato, deve anche dargli un’ occhiata, pero’, prima di dimetterlo……il serpente, intendo!,
    Spero che il piccolo si rimetta quanto prima, come penso!

    • RominaFan says:

      Eh, guarda, per il serpente sono un po’in pensiero perché mentre il chirurgo e la ferrista erano lì a occuparsi di lui, l’anestesista si limitava a guardare, non è che lo ha sedato, poverino…comunque, sono in trepidante attesa di sentire mia sorella per sapere se hanno sciolto la prognosi!

  2. Livia says:

    I serpenti hanno il sangue freddo, l’anestesia la lasciano alle pappemolli! Il chirurgo è un grande, dovresti raccontare questa storia anche ai giornali…

    • RominaFan says:

      AHAHAHAHA, a questo non avevo pensato, il sangue freddo aiuta sempre! Il bello è che è da ieri sera che cercavamo di ricordare la filastrocca usata per distinguere il serpente corallo dal falso corallo (che ha i colori invertiti e non è velenoso) per cercare di capire quale dei due sia esattamente Snaky…alla fine me l’hanno suggerita (“nero su giallo, serpente corallo, giallo su nero non è quello vero”) e l’ho mandata via sms a mia sorella perché verifichi…come vedi, abbiamo cose molto, molto serie cui pensare!!!!

  3. 4p says:

    Il chirurgo è un grandissimo.
    4p

  4. mog says:

    Ecco queste sono le cose che ti riconciliano col mondo. 😀
    Buona convalescenza a tutti e due!!

    • RominaFan says:

      Sì. infatti ha riempito il cuore anche a me. Che poi, vedi, con dieci minuti del suo tempo ha fatto del bene a Numero Due che poverino era spaventato per l’intervento e ha fatto del bene a se stesso perché si è concesso di tornare bambino per qualche minuto pur facendo un lavoro che comunque, intervento di routine o meno, è carico di responsabilità…

  5. natalina says:

    E per fortuna in mezzo a tanto marciume ci sono anche medici cosi. Auguri a Nipotonzolo numero Due. E naturalmente un saluto a te

    • RominaFan says:

      Hai ragione, è stato veramente gentile. Alla fine basterebbe così poco per fare una gentilezza…è che purtroppo essere gentili significa scendere dal piedistallo, e molte persone rifiutano l’idea, soprattutto per fare una “sciocchezza” simile…per fortuna c’è chi si alza al livello dei bambini!

  6. Ilaria says:

    Un grosso in bocca al lupo a Nipotonzolo Numero Due e a Snaky di buona guarigione! Sono certa che siano entrambi dei duri! Chapeau per il chirurgo! Sono felice che si sia comportato così, è stato un gran bel gesto. In facoltà (medicina)?noi abbiamo un progetto che si chiama “Ospedale dei Pupazzi”, andiamo negli asili della nostra città a curare i giocattoli dei bambini per far capire come funziona con dottori, ospedali e camici bianchi!

    • RominaFan says:

      Uh, ma che bella iniziativa, secondo me serve anche per curare le allergie ai camici bianchi dei bambini! Pensa che quando Nipotonzolo Uno si ruppe la gamba, aveva due anni e mezzo, il medico che gli mise il gesso si rivolse a lui dicendo “senti, bambino, stendi la gamba e piega il piede a 90°”…puoi immaginare che grande risultato…e che ne sapeva lui che voleva dire quella frase! Fatto sta che il poverino era terrorizzato e questo medico non aveva nemmeno pensato a chiedergli il nome per dargli un po’di confidenza…Sono veramente buone queste iniziative, alla fine, anche se non si diventerà pediatri, è importante che un futuro medico si sappia relazionare con un bambino…bravi!

      • Corinna says:

        No peggio gli disse “Tieni la gamba in erezione ed il piede a 90°”…le due infermiere che cercavano di tenere fermo Lorenzo si sono guardate come a dire “capirai qui con questo ci facciamo notte”…poi ha invitato me ad uscire dicendo che ero io a dargli ansia…e tu sai bene che una mamma meno ansiosa di me non c’è…come immaginavo(ma lo avrebbe capito anche un pesce rosso) come mi ha visto uscire rimanendo solo con tre estranei che lo tenevano fermo andando a toccargli una gamba dolorante ha iniziato ad urlare “mamma” con tutto il fiato che aveva in gola…così il medico scocciatissimo è uscito dicendo che così era impossibile ingessarlo e di tornare più tardi…per fortuna in quel frangente c’è stato il cambio turno e quando siamo rientrati in stanza ci ha accolto un giovane e sorridente dottore che gli ha subito chiesto…”ti piace andare al parco?? quando abbiamo finito qui posso venirci con te??”…hanno chiacchierato così per qualche minuto…poi il dottore gli ha spiegato con calma (e soprattutto con parole comprensibili ad un bambino) quello che gli avrebbe fatto.. e Lorenzo non si è mosso di un millimetro ne ha versato una lacrima..con pochi minuti si era conquistato la sua fiducia..per fortuna per un dottore incapace ce nè sempre uno che scende dal piedistallo per elevarsi al livello dei bambini..

  7. Widepeak says:

    Oh grazie di averlo condiviso, mi si è allargato il cuore in questa giornata di pioggia cuperrima 🙂 e auguri a nipotonzolo, che cominci un periodo più semplice per lui !
    Wide

    • RominaFan says:

      Grazie, Wide! Nipotonzolo e Serpentonzolo ora sono tornati a casa e si stanno rimettendo, anche se la convalescenza del serpentello è più complicata del previsto…pare sia un po’ palliduccio, e per un serpente corallo, tutto colorato, non è un bene…confermo che secondo me non è l’appendice quella che gli hanno tolto! Un bacio!

  8. Arcobaleno says:

    Questo chirurgo, dimostra cosi’……di svolgere il suo lavoro con passione!! E’ un bell’esempio di “BUONASANITA’!! Il tuo nipotino da grande, serbera’il ricordo, di colui che si e’ preso cura del suo corpicino e della sua anima, dei suoi sentimenti!!!! Un abbraccio da AnnaRosa!

  9. stefania says:

    Bentornata Romina! Auguri di pronta guarigione al Nipotonzolo e al suo amichetto, e sì, ti confermo, se ne ricorderà:io sono stata operata di appendicite più o meno alla sua età, e ricordo ancora con piacere i complimenti del chirurgo perché ero stata così coraggiosa! 😉 poi tralascio di raccontare cosa mi hanno combinato invece all’ultima medicazione, forse avevo mostrato TROPPA resistenza al dolore….un bacione a tuo nipote e a tutti voi, sono molto contenta di risentirti!

    • RominaFan says:

      Ohi, eccoci qui! Sì, io sono come la peperonata: ogni tanto “m’aripropongo”. Io, invece, quando ho tolto le tonsille, visto che sono stata l’unica bambina al mondo a farsi 40 giorni di ospedale per una cosa così banale, per passare il tempo mi ero imparata a memoria TUTTE le definizioni e descrizioni dei vari animali che figuravano nel mio album di figurine degli animali. C’era la figurina e sotto quelle 5-6 righe per ogni bestiola che io avevo imparato a memoria. Tutte. E praticamente per questa cosa mi conoscevano tutti i pediatri del reparto (che avranno pensato “ammazza che palle ‘sta bambina”) e ce n’era uno in particolare che…mi interrogava! Veniva in visita, poi apriva a caso l’album, sceglieva un animale e io dovevo recitargli la pappardella relativa. Non sai che sfida tutte le mattine!

  10. mamiga72 says:

    Troppo, troppo dolce sto medico 😀

  11. cory says:

    Domani Nipotonzolo e Snaky hanno appuntamento per togliere i punti..speriamo bene..Snaky non lo vedo benissimo 😉

    • RominaFan says:

      Io proverei a portarlo dal veterinario…sempre che non ti sbagli e porti Numero Due dal vet e Snaky in ospedale…

  12. Ciao Romy,
    come stai? sono scomparsa da un po’ ma ti penso sempre, gli impegni familiari e creativi spesso tengono alla larga dalla rete, per fortuna e purtroppo!
    Ho letto con infinita tenerezza questo tuo post! Che dottore gentile, avrà di certo figli o nipotini a cui star dietro 🙂 e di cui conosce la psicologia!
    In bocca al lupo al nipotino, auguri di una pronta guarigione da parte mia 🙂

    • RominaFan says:

      Ciao, da queste parti tutto ok, impegnatissimi anche su questo fronte! Grazie e un abbraccio forte…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *