Uova di Pasqua dell’AIL – Diamo vita alla ricerca

Ci siamo, Pasqua si avvicina e io sono qui a ricordarvi che il 15, 16 e 17 marzo, in un’infinità di piazze in tutta la penisola, troveremo gli stand dell’AIL con preziosi volontari pronti a vendere uova di Pasqua.

Ora, so che c’è crisi e di soldini ne girano pochi, so che le uova di cioccolato vengono per lo più scelte in base alle preferenze dei bambini che sicuramente gradiscono di più l’uovo dei gormiti o di Barbie (che costano un occhio) piuttosto che un uovo dell’AIL ma…sulle uova AIL facciamoci un pensierino, magari regaliamole a noi stessi, ad adulto di famiglia, compriamole, fondiamole e usiamole per fare un dolce da mangiare a pasquetta. Tanto, la cioccolata è buona a prescindere!

La ricerca sulle leucemie, i mielomi e i linfomi, negli ultimi 30 anni ha fatto passi da gigante. Soprattutto quella sui linfomi. Ve lo dice una che se si fosse ammalata solo 10 0 15 anni prima, nelle condizioni in cui era, probabilmente ora non sarebbe qui ad ammorbarvi. Invece sono qui, e con me ci sono tantissimi altri ex malati di linfoma, leucemia e mieloma. Moltissimi. Di lavoro da fare, tuttavia, ce n’è ancora moltissimo perché il fatto che moltissimi di noi ce l’abbiano fatta non è abbastanza. L’obiettivo deve essere ancora più alto. C’è bisogno di aiutare la ricerca, di facilitare la vita alle famiglie che devono spostarsi dalla propria città per curare i propri figli, c’è bisogno di grande sostegno e anche se comprare un uovo non è la soluzione a tutti questi problemi, sicuramente aiuta.

Quindi, niente scuse, le piazze che ospitano gli stand sono così tante che è impossibile non sbatterci contro per sbaglio e, se proprio vogliamo andare a colpo di sicuro, è sufficiente visitare il sito dell’AIL per trovare la piazza più vicina.

 

This entry was posted in Attualità, Bestiario del Chemioterapico, Cancer Bloggers, Cancro, l'amore è..., Linfoma di Hodgkin, Pensieri e Parole, Piccoli Piaceri della Vita. Bookmark the permalink.

17 Responses to Uova di Pasqua dell’AIL – Diamo vita alla ricerca

  1. rita says:

    Moooooltoooo bella l’ immagine della locandina……
    Si’, un piccolo gesto che diventa un aiuto concreto, che fa bene allo spirito e anche all’ umore, perche’ il cioccolato mette altro che il buon umore!!!
    Come ho gia’ scritto anche su fb, il 27 aprile saro’ a Brescia per un tributo ai Pink Floyd, e parte degli incassi saranno devoluti proprio all ‘AIL: buona musica per altrettanto buone iniziative…..

    • RominaFan says:

      Pink Floyd e supporto all’AIL mi sembra una combinazione eccezionale! Oh, sì, poi su quello non ci piove: non c’è giornataccia che un quadruccio di fondente non possa risollevare…!

  2. 4p says:

    Gnorsì sarà fatto volentierissimamnente, il manifesto è bellissimo!!
    Baci 4p

  3. Livia says:

    La segreteria del mio ufficio fa da punto di raccolta da anni, ogni anno ne compro 2 ma stavolta forse arrivo a 5… 4 a figlio e nipoti, uno a me! La cioccolata è veramente ottima!

    • RominaFan says:

      Io anche devo fare incetta, la verità è che quando si tratta di cioccolata io perdo il controllo…specialmente quella fondente. La cioccolata kinder non la amo affatto. Quella al latte può persino capitare che dica di no se la vedo…per mangiarla deve essere veramente di qualità. Ma il fondente…il fondente mi piace anche quando è veramente scadente, anche quando ci è passato sopra un tir e l’unico modo per mangiarlo è sniffarlo…per il cioccolato fondente potrei fare follie. Se poi parliamo di fondente all’arancia, allora mi viene l’occhio pallato e mi fremono le narici…

      • rita says:

        …..l’occhio pallato e le narici che fremono non dipendono dal fondente all’arancia…..quante volte ti devo ripetere di non chiedere in prestito l’origano allo psicovicino?….che non ne ha, di origano, insomma!!

        • RominaFan says:

          Dici che dipende da quello? Eppure mi ha garantito che è origano di Amsterdam, una varietà molto pregiata ed aromatica, anche carina da vedere, in effetti…

  4. natalina says:

    Cioccolato fondente e arancio? Ma come hai fatto a vedere la scatola chiusa nel cassetto della scrivania???? Accidenti dovrò finirla prima possibile….. bacio

  5. 4p says:

    Che forza Romina, ce l’ho pure io in frigor, cioccolato fondente all’arancia slurpissimamente sempre e solo FONDENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    4p

    • RominaFan says:

      Fondente tutta la vita! Fondente liscio è il mio preferito, ma le varianti sul tema, tipo il fondente all’arancia, appunto, mi fanno impazzire. Ho un debole anche per le le arance candite rivestite di cioccolato fondente…infatti a Natale, che si trovano più facilmente, faccio una strage! Ah, e poi quando mi voglio fare le coccole, mi faccio una tazzona di cioccolato caldo con la cannella…mmmmmmmmmh………

  6. Ilaria says:

    Ciao Romina! Leggo solo oggi questo tuo post, ma sabato sono passata a fare incetta di uova dell’AIL. Al latte peró..fondente proprio no! Grazie per averlo ricordato! Noi le prendiamo da anni, ogni volta pensando che forse se mio nonno si fosse ammalato anche solo 15 anni più tardi..

  7. Arcobaleno says:

    Anche io da anni acquisto queste uova speciali……Un atto di bonta’, che ci fa gustar la bonta’ del cioccolato! Buona Pasqua Romina! un abbraccio da AnnaRosa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *