A caval donato non si guarda in bocca…ma all’orso sì!

Quella dei dentisti è una categoria che incute sempre un certo timore. Eppure, può capitare che ogni tanto siano loro ad affrontare il paziente con una certa ansia, anche perché pare che ogni dentista, nella sua carriera, almeno un morso da chi era sdraiato sul lettino se lo sia preso. A questo rischio del mestiere avrà sicuramente pensato il dentista veterinario Marc Losse quando si è ritrovato sul lettino Siggi: 2,5m di imponenza per quasi 300kg di muscoli. E tanti, tanti, tanti denti. Grossi. Cariati. Tutti incastrati all’interno di una bocca dove può entrare tranquillamente la testa di un umano. La bocca di un orso bruno, per intenderci.

Il povero orso Siggi, infatti, ospite all’interno della riserva di Baerenwald Mueritz a Stuer, in Germania, da qualche tempo soffriva di carie e la situazione era ormai degenerata al punto da costringerlo ad una seduta sulla poltroncina del dentista. E se un mal di denti rende un orso aggressivo anche solo la metà di quanto fa con un umano, immagino il sospiro di sollievo degli abitanti della foresta. Dopo una generosa dose di anestetico e dichiarato al di là di ogni ragionevole dubbio il k.o. del bellissimo bestione, il dentista ha iniziato a trapanare e praticare tutte le otturazioni del caso.

Ora lo splendido Siggi ha un sorriso che potrebbe tranquillamente apparire nella pubblicità di un dentifricio. Mi domando solo se le solite raccomandazioni di cui i dentisti son prodighi al termine di ogni seduta abbiano fatto presa sul pelucche ipernutrito: non faccio che pensare al diametro del filo interdentale adatto per una bocca del genere…

siggi dal dentista

siggi dal dentista2

This entry was posted in Animali, Attualità, Buffe cose della vita, Uncategorized. Bookmark the permalink.

9 Responses to A caval donato non si guarda in bocca…ma all’orso sì!

  1. rita says:

    …..vedo che gli assistenti mantengono debite distanze..chissà mai che temono!!
    Ora speriamo che la bestiolina possa tornare a nutrirsi senza patemi….

  2. 4p says:

    Bello cucciolone, adesso starà meglio!!!!!!!!!
    4p

    • RominaFan says:

      Sai, questa cosa che gli orsi soffrono spesso di mal di denti non mi è nuova…mai visto o sentito il film L’Orso (è del 1988)? Il protagonista era un orso Kodiak alto quasi 3m e del peso di quasi 700kg. Aveva, sul set, vari altri orsi che usava come controfigura e non mi ricordo se proprio lui o l’orso che più di frequente lo sostituiva venne operato proprio perché bisognava urgentemente curargli dei denti. E in questo documentario che venne trasmesso col film (che ti consiglio di vedere) si spiegava appunto che orsi e denti non vanno d’accordo…

  3. natalina says:

    O mammamia, quando parli del mondo animale trovi notizie incredibili…. Nella mia ignoranza ad un dentista veterinario non avevo mai pensato nemmeno come professione, ma tant’è non si finisce mai di imparare….. Un bacio

    • RominaFan says:

      E invece non solo esistono i dentisti veterinari ma secondo me prendono pure parecchi soldini!!!!

  4. maggiolino says:

    cara Romina, considerando che trovo giusto dirti come sia arrivata a conoscere i blog come il tuo e altri, a raccontare quale sia stato il mio percorso per arrivare a te e agli altri, oltre tutto non mi pare carino far parte, anche se solo virtualmente,degli accadimenti di persone, adesso un pò meno sconosciute.
    Un paio di anni fa, mamma mia come vola il tempo, ad una sorellona,unica, sola e mia, le fu diagnosticato un animalaccio, un mostro, il più terribile, al cervello.
    Pensavamo che ci avrebbe dato tempo; che so: di abituarci all’idea di questa diagnosi, aiutare la sorellona a guarire anche temporaneamente per averla più tempo con noi, con me.Niente.
    Intanto , con la mia solita curiosità, iniziai a informarmi con quale mostro stavamo confrontarci e quali cose potevano aiutare la sorellona e guardando lì e curiosando là ( a me mi piace curiosare sul pc e con il pc. con la sorellona ci divertivamo un mondo a scovare curiosità e siti interessanti( tutti leciti ) ho incontrato il blog di Annalisa e Oltre il cancro ; ecco , mi si aperto un mondo di tante belle persone che con il loro esempio aiutano le altre un pò più fragili e mollacchiose come me a sopportare dolori grandi grandi.E’ dispiaciuto quando è successo ad Annalisa…. poco dopo è toccato anche alla sorellona.
    Ecco come è iniziata la mia avventura: nel leggere i blog vostri. Per cui ho “rubato” ricette di cucina, lavori da copiare, titoli di libri da leggere e modi positivi di affrontare la vita anche nei periodi bui, aggiungerei, pesti come in questi ultimi tempi, passati vorrei dire a bassissima voce.
    Comunque mi ritengo pur sempre molto fortunata e lassù Qualcuno mi ama tanto e dico sempre che pur avendo tanto da fare, ogni tanto mi mette il Suo mignolo sulla testa a protezione. Allora le mie fortune sono che : ho avuto genitori che mi hanno vista invecchiare, suoceri buoni e dolcissimi, mia suocera, poi, dolce e carina ci farà e si farà festeggiare quest’anno i suoi primi 100 anni.
    Un matrimonio sereno quanto basta, con un uomo che se non fosse mio marito lo sceglierei come amante.
    due figli (figlia e figlio) bravi quanto basta.
    cani a volontà, dopo l’ultimo però basta :troppo dolore nel doverli veder star male e decidere………..
    ed ora ….il più bello, simpatico nipotino che ci sia al mondo (mondo mio, naturalmente; comunque ,per me ,tutti i bambini sono bellissimi come tutti i cuccioli) con il quale finalmente torno a giocare e a divertirmi come con i miei figli o i bimbi degli altri.
    Ecco così è nato con voi, inconsapevoli il mio cammina nella vostra vita. Dimenticavo sono un pò locorroica anche nello scrivere, per questo ho impiegato tutto questo tempo a raccontare una piccola parte di me.
    Non ho molto da insegnare nè tanto meno da raccontare, semmai ho molto più io da apprendere da tutte voi. Continuerò, ora spero con il vostro e tuo permesso di guardarvi silenziosamente, sentendovi come un regalo prezioso fattomi dalla mia sorellona, con la quale ci si scambiava ricette, libri film da vedere etc.etc., cose che in fin dei conti ora siete voi e te a dare .Grazie!
    un bacione e una carezza sul pancione. Maggiolino
    Ps. dimenticavo.. non so se questa mia risposta è stata trascritta al posto giusto o dovevo scriverla al capitolo precedente. baci

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *