Come Pinocchio

Visto che l’estate mi sta poco sulle balle, da dieci anni la rendo ancora più sgradevole con i miei bravi controlli annuali. In realtà, con gli anni,  oltre che fatalisti si diventa anche molto tranquilli rispetto ai controlli oncologici. Quel curioso prurito alla base del collo che inizia dieci giorni prima della data x diventa quasi impercettibile. Quest’anno, tuttavia, visto che il 2016 mi lancia benedizioni a pioggia da quando è iniziato, ho anche altri accertamenti da fare dovuti al brutto evento di maggio (accertamenti che già pare si concluderanno con “lascia perde che è mejo”, conclusione cui io sarei già giunta ma Alfa è di coccio…). Perché, visto che ho culo, hanno trovato qualcosa che boh, non si vede, non ho capito, sembra forse sia…no, aspetta, forse no, non ho capito, forse sì, forse no…fai una bella cosa, vai a fare i marker tumorali che cerchiamo di capire che cosa sia. Amen.

331

(La Trilogia del Linfonodo: i tre faldoni di roba che mi devo portare dietro ogni volta che incontro qualche sconcertatissimo medico nuovo cui dover fare lo sfiancante riassunto delle puntate precedenti)

Che vi devo dire…avete presente la canzoncina di Pinocchio quando dice “non ho paura però un po’me la faccio sotto?”, ecco. Ad ogni modo preferisco farmela sotto piuttosto che preoccuparmi perché tanto, qualsiasi cosa sia, non posso cambiare la realtà delle cose preoccupandomi, tanto più che potrebbe essere tutto ma anche meno di niente.

Credo che fosse il tre gennaio quando dissi per la prima volta “a me questo 2016 già sta sulle palle”.

Ad ogni modo, qualche buona nuova, ma buona a livelli che cancella tutto il resto, c’è: Claudia, a fine maggio, ha fatto il check up completo per la questione della sua intolleranza alle proteine del latte. Al di là del fatto che la reintroduzione degli alimenti, dopo un anno e mezzo di dita rigorosa, è quasi finita (anche se per mia scelta a casa continuerà a non mangiare carne – non solo vaccina- e proteine del latte perché a scuola ne mangia più che a sufficienza), la notiziona è che quando sono andata a ritirare la cartella, la gastroenterologa ha voluto parlarmi di persona. Pare che non è che si limiti ad essere sana. Va proprio oltre. E’ qualcosa di perfetto. Pare che analisi come le sue siano una rarità e quindi volesse dirmelo di persona. E ho anche ricevuto i complimenti perché sono ottimi anche due valori piuttosto ostici per i bambini: la vitamina D e il ferro. Per questi, pare che parte del merito sia mia. E’una bambina meravigliosa. A volte penso che sia venuta così bene per compensare il fatto che non me ne saranno concessi altri e perché – dovendo rimanere sola – dovrà essere molto in gamba. E’stupido, lo so, ma io in qualche modo devo pur scendere a patti con certe situazioni. Al momento, è piuttosto seccata dal gran caldo ma questo non le impedisce di passare ore appesa agli anelli in camera sua (ultimamente ho iniziato a tingermi i capelli a causa di una striscia di capelli bianchi della quale lei e le sue attitudini circensi sono responsabili) e a fare capriole sul letto. Alcuni giorni fa poi ha visto il Cirque du Soleil in TV e ora prima di appendersi agli anelli vuole essere anche presentata e fare una breve coreografia in cui lancia il cappello, fa qualche salto, una capriola e poi va agli anelli. Povera me.). Sommando queste sue attività alla quantità di frutta che mangia, posso tranquillamente affermare di aver allevato un lemure…ma è un lemure sanissimo e finché non torna a casa con le zecche va bene così.

320

(Signore e Signori, ecco a voi la più giovane atleta del Circo Alfa…lo scoiattolo volante di Roma Nord…La Grande Claudiaaaaaaaaa)

208

(“Mamma, guarda!!! Io sono felice quando faccio il pipistrello”…eh, contenta tu…Io a questa la mando a ginnastica artistica o ritmica per direttissima…)

Questo è più o meno quanto, torno a rinchiudermi nel mio isolamento. Non è che sia asociale, eh. E’che in questa fase della mia vita in cui tutti si sentono in dovere di tirarmi su, isolarmi è l’unica cosa che mi risparmia trent’anni di galera…

This entry was posted in Aborto, Blog Terapia, Cancer Bloggers, Cancro, Dolore, Ecchecavolo, Effetti Collaterali, Effetti collaterali a lungo termine, Follow Up e Visite Varie, l'amore è..., Linfoma di Hodgkin, Mamma e Cancer Blogger, Pensieri e Parole. Bookmark the permalink.

6 Responses to Come Pinocchio

  1. Laura says:

    <3 <3 <3

  2. Laperfezionestanca says:

    Resta il fatto che sta bimba oltre che sanissima è pure bellissima! Mamma mia che capolavoro che hai fatto!

  3. 4p says:

    Spettacolo di bimba.
    Queste foto sono stupende.

  4. Valentina says:

    Ahahah Claudiuzza… me fai morì!
    Hai proprio ragione…l’hai fatta speciale! …e se Alfa si incaponisce, continuiamo pure ad indagare… chissà!
    Un bacione Romi!

  5. SPETTACOLO di bimba. mandala a circo!! di sicuro roma sarà piena di scuole per bambini!

    un abbraccio grande grande da bruxelles.

    fra’

    • RominaFan says:

      E’vero, c’è una scuola per il circo qui vicino. Appena riaprono le iscrizioni vado a vedere quella e un paio di palestre per la ritmica…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *